Dopo gli eccessi e l’opulenza del periodo barocco si sente la necessità, sia sul piano artistico che su quello degli avvenimenti storici, di un ritorno all’ordine, all’equilibrio: nelle società antiche quando si introduceva il tema dell’ordine il rimando all’epoca classica era inevitabile.
Periodo storico del neoclassicismo
Il neoclassicismo si afferma tra la metà del XVIII secolo e i primi anni del secolo successivo

Caratteristiche dei mobili neoclassici
I mobili neoclassici, in contrapposizione all’opulenza e al movimento del Barocco, si caratterizzano per un ritorno all’ordine, all’equilibrio e alla simmetria, ispirandosi ai modelli dell’antica Grecia e Roma. Ecco alcuni dei loro tratti distintivi:

Forme:

  • Linee rette e geometriche: mobili con forme definite e proporzioni equilibrate, che riflettono l’ideale di armonia e razionalità tipico del Neoclassicismo.
  • Semplicità e rigore: eliminazione degli elementi decorativi superflui e attenzione all’essenzialità delle forme.
  • Influenze classiche: presenza di elementi architettonici classici come colonne, capitelli, frontoni e fregi.

Materiali:

  • Legno pregiato: legni come noce, ciliegio, mogano e frassino, spesso lavorati con tecniche di intaglio e intarsio.
  • Marmo: utilizzato per piani di tavoli, sculture e decorazioni.
  • Bronzo: utilizzato per elementi decorativi e ferramenta.

Decorazioni:

  • Motivi classici: decorazioni ispirate all’arte greca e romana, come foglie d’acanto, greche, palmette e figure mitologiche.
  • Intarsi: intarsi geometrici o figurativi in legni di diversi colori.
  • Dorature: applicazioni di foglia d’oro su legno e bronzo, utilizzate con discrezione.

Colori:

  • Toni neutri e sobri: palette di colori basate su bianco, crema, beige, grigio e nero, che creano un’atmosfera di eleganza e raffinatezza.
  • Accenti di colore: utilizzo di colori più accesi, come il blu o il verde, per dettagli decorativi.

Esempi di mobili neoclassici:

  • Sedie: sedie con schienali alti e dritti, spesso decorate con intagli e motivi classici.
  • Divani: divani lineari e sobri, con rivestimenti in tessuti pregiati come damasco o seta.
  • Tavoli: tavoli con piani in marmo o legno intarsiato, sorretti da gambe a colonnine o a candelabro.
  • Cassettiere: cassettiere con linee semplici e geometriche, decorate con intarsi o motivi classici.
  • Librerie: librerie a muro o a mobile con ripiani regolari e cornici lineari.

Alcuni consigli per arredare la vostra casa in stile neoclassico:

  • Scegliete mobili di buona qualità: i mobili neoclassici sono spesso realizzati con materiali pregiati e lavorazioni artigianali. Investire in mobili di qualità vi garantirà un arredamento duraturo e raffinato.
  • Create un senso di simmetria: disponete i mobili in modo simmetrico per creare un’atmosfera di ordine e armonia.
  • Utilizzate colori neutri: i colori neutri sono la base dell’arredamento neoclassico. Potete aggiungere accenti di colore con complementi d’arredo o decorazioni.
  • Prestate attenzione all’illuminazione: utilizzate una combinazione di illuminazione naturale e artificiale per creare un’atmosfera accogliente.
  • Aggiungete accessori: specchi, tappeti, quadri e sculture possono aiutarvi a completare l’arredamento e a dare un tocco di personalità alla vostra casa.