Lo stile Luigi Filippo, nato in Francia tra il 1830 ed il 1848, rappresenta un’evoluzione del neoclassicismo, arricchita da elementi neogotici e da influenze eclettiche. A differenza dei precedenti stili imposti dalla corte, esso trae origine dal gusto della borghesia emergente, che desiderava un arredamento che rispecchiasse i suoi valori di praticità e comfort.

Un sovrano borghese
Luigi Filippo, il re che diede il nome allo stile, non era un sovrano sfarzoso. Abituato a una vita frugale, preferiva abiti semplici e dimorava a Parigi, evitando le sfarzose cerimonie di corte. Questo suo atteggiamento influenzò profondamente lo stile dell’epoca, che si allontanò dalle ostentazioni del passato per abbracciare un’estetica più sobria e funzionale.

Mobili comodi e ricercati
Nonostante la sua semplicità, lo stile Luigi Filippo non rinunciava all’eleganza. I mobili, realizzati con materiali pregiati come mogano, noce e palissandro, presentavano linee arrotondate e forme morbide, che invitavano al relax. Le sedie, con schienali curvi e gambe tornite, offrivano una seduta confortevole, mentre i comò, spesso dotati di una grande lastra di marmo nella parte superiore, si distinguevano per i raffinati intarsi in legni scuri e chiari, che raffiguravano motivi floreali e vegetali.

Un trionfo dell’artigianalità
Ebanisti di fama, come Georges-Alphonse Jacob-Desmalter, nipote del celebre Georges Jacob, crearono capolavori di intarsio e scultura, decorando i mobili con conchiglie rosse, bronzo e altri materiali pregiati. La loro abilità artigianale si univa al gusto per la praticità, dando vita a mobili non solo belli, ma anche funzionali e resistenti.

Tavoli e tavolini
I tavoli Luigi Filippo erano spesso di forma circolare o ovale, poggiati su un piedistallo centrale. Si diffusero anche tavolini più piccoli, da lavoro, da scrittura o da coiffeuse, spesso dotati di un piccolo specchio. Le gambe dei tavoli presentavano forme sinuose, a S o a lira, che conferivano un tocco di grazia all’arredamento.

Uno stile senza tempo
Lo stile Luigi Filippo, con il suo connubio di comfort, ricercatezza e funzionalità, continua ad affascinare ancora oggi. I suoi mobili, realizzati con materiali di alta qualità e curati nei minimi dettagli, rappresentano un investimento duraturo e un’aggiunta di valore a qualsiasi ambiente.

Gerrit Rietveld: biografia e stile