Antonio Discovolo può essere ritenuto a tutti gli effetti un pittore ligure d’adozione: dopo la formazione fiorentina, alla scuola di Giovanni Fattori, si perfeziona grazie alla frequentazione dello studio di Nino Costa.

ANTONIO DISCOVOLO PITTORE “LIGURE”

I primi anni di attività sono legati alla produzione toscana: si divide infatti tra Firenze e Lucca, oltre ad un breve periodo di frequentazioni romane.

Nel 1902 scopre Tellaro, un piccolo borgo con una splendida marina nel golfo di La Spezia, e poco dopo le Cinque Terre: nel 1903 si trasferisce a Manarola, iniziando un rapporto con la Liguria che non si interromperà più fino al 1956, l’anno della morte.

La luce e i panorami marini acquisiscono un ruolo centrale nella produzione artistica di Discovolo, sempre elegante e mai ammiccante a nessuna delle correnti e degli stili che si susseguono nella prima metà del novecento: il suo appare come uno stile be definito sin dagli esordi, un linguaggio cui il pittore rimarrà fedele per tutta la vita.

I temi della sua produzione si muovono quindi tra paesaggi e ritratti, tra divisionismo (cui non aderirà mai convintamente per l’importanza della luce nella sua poetica) e simbolismo: ricorrenti le figure dei centauri. Come incisore, nei primissimi anni del ‘900, Discovolo si avvicina a linee e soggetti tipici dell’Art Nouveau, il liberty, confermando un’eccletticità che gli consente di esprimersi su differenti registri, mantenendo la sua inconfondibile cifra stilistica.

Dal 1910 Discovolo si trasferisce a Bonassola, dove vive fino alla morte, arrivata nel 1956.

DOVE SI TROVANO I QUADRI DI DISCOVOLO?
Al netto delle collezioni private, è possibile ammirare le opere di Discovolo soprattutto nelle aree in cui ha vissuto e dipinto, come a Roma dove, nella Galleria comunale d’ arte moderna sono conservati Ninfa addormentata, e Riposo, mentre nella Galleria nazionale si trova Tra gli ulivi e presso l’Accademia di San Luca è possibile ammirare un autoritratto del 1938.
Sue opere si trovano nella Pinacoteca Civica di Arezzo, alla quadreria di Bonassola, a Carrara, a Firenze,  tra la galleria d’arte moderna e l’accademia ligustica a Genova, mentre nei Civici Musei di Novara è esposto A sera.

GALLERIA QUADRI ANTONIO DISCOVOLO

Possiedi un’opera di Antonio Discovolo e desideri conoscerne il valore?
Contattaci per una valutazione gratuita!